Trekking Anello del Rio Vitoschio

trekking del Rio Vitoschio

Alla scoperta di un nuovo scenario naturale che inaugurerà e vi stimolerà i sensi in modo tale che sarete pronti per il calendario di esperienze sempre più emozionanti e difficili da qui alla fine di questo anno.
TimeOut.Training Outdoor Adventure: un camp itinerante di esperienze costruite in ambienti naturali di inedita bellezza


Zaino in spalla pronti a partire!!! Prendiamo la traccia che si inoltra quasi subito nel bosco.. La salita è ripida solo a tratti e quasi del tutto sgombra di vegetazione ma ci regala un panorama mozzafiato sulla valle. Al termine dell'ascesa ci sono i pascoli e poco più avanti un piccolo lago dove si abbeverano i cavalli che spesso pascolano in zona.
Il sentiero rientra improvvisamente nel bosco e poco più avanti si susseguono passaggi con rocce scolpite dal tempo, colme di piante grasse e colorati licheni. Scendendo gradualmente il suono dei torrenti si avvicina e in pochi minuti si raggiunge il guado che può non essere praticabile in tempi di piena. Servono 20 minuti per una deviazione che, da questo punto, porta alla Cascata dell'Eremita.
Si prosegue sulla sponda del torrente, un punto un pò scosceso e scomodo ci divide dalla base della cascata: vale la pena un ultimo sforzo ed ecco l'energia viva dell'acqua che zampilla e crea habitat su habitat.
Proseguendo dovremo fronteggiare un punto in cui il bosco ha subito danni a causa del gelicidio del 2010: bisogna passare sopra e sotto alberi atterrati e poi stare concentrati nello spigolo di roccia che ci fa girare il versante proiettandoci nell'altro fosso, il Pisciarello. Incontreremo nuovamente il torrente dove potremo vedere qualche ululone dal ventre giallo (Piccolo rospo) e delle salamandrine...
Seguirà una breve ma ripida salita alla fine della quale ci sarà una raduna dove è possibile riprendere fiato... segue una salita ardita che faremo con calma in una ventina di minuti. Avremo una parete da affrontare che supereremo aiutandoci con le mani. In principio potrà sembrare un difficile ostacolo ma non è scivoloso e l'avanzamento è agevolato da scalini naturali.
Da lì inizieremo a scendere e cammineremo per mezz'ora in un falso piano.. poi le comodità finiscono perché la discesa diventa impegnativa per la pendenza. Avremo da vedere le ultime 2 cascate che questo percorso ci regala addentrandoci tra cespugli di more poi seguiremo l'ampio sentiero battuto che ci porterà ai piedi delle enormi balze che formano Le Porte.
Consigliati:

Scarponi Trekking
Kway e felpa
Ricambi intimi
Abbigliamento adeguato alla stagione e alle temperature
Occhiali da sole, cappello o berretto
Scorte per la merenda (es: barrette)
Acqua (almeno 1 litro)

Accompagnatore guida:
Andrea Tenti 339 1799958
Conferma la tua partecipazione prenotando cliccando sul tasto "prenota qui"
I posti sono limitati!!!!

info@timeout.training
+39 3920467711