La cistite: cos'è e come curarla

BURGER DI LUPNI
Giugno 17, 2016
Riso allo zenzero e gamberi
Luglio 15, 2016

La cistite: cos'è e come curarla

La cistite è un’infezione delle basse vie urinarie che colpisce soprattutto le donne; può essere causata da diversi microrganismi, portando bruciore e dolore durante la minzione, stimolo frequente ad urinare e in alcuni casi sangue costante nelle urine.
La causa più comune è di origine batterica, anche se esistono cistiti di tipo radioterapico o interstiziali.
La cistite batterica, acuta o cronica è provocata da batteri quali Escherichia Coli, Proteus o Enterococccus che giungono alla vescica risalendo dall’uretra, condotto da cui fuoriesce l’urina, lungo 3-5cm nelle donne, 13-16 cm nell’uomo.
La diagnosi si basa, oltre all’osservazione dei sintomi, su risultati dell’ esame delle urine e di urinocultura con conta delle colonie batteriche e antibiogramma (ricerca di sensibilità ai vari antibiotici dei vari batteri riscontrati); e tampone vaginale, nel caso di cistite recidivante.
Dal punto di vista nutrizionale, possiamo fare prevenzione evitando:
-zuccheri semplici raffinati, dal momento che il principale nutrimento dei batteri sono gli zuccheri, da cui poi si ha proliferazione degli stessi, e ulteriore infiammazione;
-evitare peperoncino, pepe e alimenti piccanti in fase acuta, perchè potrebbero peggiorare la sintomatologia legata al bruciore;
Come curare la cistite dal punto di vista nutrizionale: alimentazione ricca in fibre e cereali integrali, verdura e frutta fresca di stagione, preferibilmente diuretica: finocchi, verdure a foglia verde, indivia belga, cetrioli, ananas, fragole, frutti rossi in particolare mirtillo, il cui succo mostra attività diuretiche e depurative delle vie urinarie e impedisce l’adesione dei atteri alla parete della vescica; molto efficaci sono anche semi di pompelmo.
a cura di Enrica Zaffini – biologa nutrizionista